Mabedo Magazine n°23 – Ottobre 2016

magazine_23
Raccontare la “distintività”, produttori siete pronti?

Il nuovo numero del Mabedo magazine invita a riflettere nuovamente sul lato più esclusivo del “made in Italy”: il gusto, i sapori che sono cultura, i produttori, i territori e le loro storie. Vini e sapori italiani d’eccellenza non sono prodotti da relegare nel provincialismo che isola in tante nicchie, ma al contrario devono diventare “distintività” per competere sul mercato globale. È la crociata dell’assessore all’Agricoltura di Regione Lombardia, Gianni Fava, che presentando la nuova edizione di Golosaria Milano ha spronato il settore a rivoluzionare il modo di comunicarsi: “Quando un prodotto ha un nome indeclinabile altrove, in altre lingue, è il trionfo della distintività. L’identità, una ricchezza che di questi tempi non guasta, dev’essere dettaglio significativo nella comunicazione di cibo e vino”. Fava ha spiegato: “Qui in Lombardia, dove si produce un quinto dei prodotti agricoli e un quarto di quelli agroalimentari abbiamo la più grande qualità di tutto il Paese. La gente cerca qualcosa di distintivo, prodotti che non siano di nicchia ma la nostra forza in un mercato che si chiama mondo”. Appello ai produttori: raccontarsi di più e meglio, senza fare paragoni con altri territori e senza dormire all’ombra del campanile o delle rivalità da cortile. Tutto questo mentre gli osservatori statistici rilevano che con prodotti che diventano “commodities” l’Italia non è competitiva, mentre per affermare prodotti distintivi lo spazio c’è, a patto di promuoverli in modo adeguato creando sinergia fra i detentori delle denominazioni. È una rivoluzione fatta di metodo e intelligenza.